Blog: http://circleoflife.ilcannocchiale.it

I figli maschi andranno per la loro strada. Le figlie femmine, almeno una, si occuperanno dei genitori

Almeno questa è l'opinione che sento spesso. Veramente la Bibbia dice "lascerete vostro padre e vostra madre per essere una sola carne" e si rivolge tanto agli uomini quanto alle donne.
Ma non è così che poi la pensano molti.
Due signore mi incontrano in paese, mi chiedono come procede la nuova gravidanza e se ho già saputo il sesso. Sapendo che è una femmina commentano: "Meglio così. Ora ne hai due. Così almeno una resterà con voi genitori quando invecchierete".
Sono rimasta così . Cioè, dovremmo sacrificare una delle nostre figlie?
Noi quello che desideriamo, per tutti e tre, è che si costruiscano una propria famiglia, che siano felici. Potrebbero trovare lavoro o comunque la loro felicità in un luogo lontano da dove noi stiamo.
E poi, chissà, magari sarà proprio il figlio maschio l'unico a rimanere ad abitare nelle nostre vicinanze, quindi anche quello che, in caso di necessità, ci sarà maggiormente vicino. Ovviamente senza nulla togliere alla sua futura compagna e ai loro futuri figli; che, in ogni caso, verranno prima di noi.
Eppure questo concetto della figlia femmina da delegare a bastone della vecchiaia lo vedo ancora molto presente.

Pubblicato il 3/12/2008 alle 12.25 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web