.
Annunci online

vita familiare
7 ottobre 2008
Imparare a superare le paure
Da qualche tempo i bambini hanno iniziato nuoto. La piccola appare coraggiosissima o forse è più esatto dire, come spiegavo una volta rispondendo a questo post, che è molto spericolata. Il maggiore dichiara invece di avere paura, in realtà, secondo l’istruttrice, è solo pigrizia.

Ora, io ho sempre avuto paura di guidare ed è difficile che prenda l’auto se non ho un’altra persona a fianco. Anche quando piove, o devo fare una spesa grande, o situazioni in cui prendere l’auto si rivela preferibile, opto quasi sempre per l'andare a piedi.

L’altro giorno, prima della lezione di nuoto, cercavo di tranquillizzare il bambino. Lui mi spiegava che avrebbe nuotato solo con l’aiuto della maestra, io gli rispondevo che questo per ora va bene ma che poi dovrà imparare a nuotare da solo, senza l’aiuto di nessuno. Mi fissa e mi dice: “tu però non vuoi mai guidare se non c’è papà vicino a te!”.
Mi ha lasciata completamente spiazzata! Si, un bambino della sua età è riuscito a spiazzare la mamma!
Allora abbiamo fatto un accordo: mamma si impegnerà a vincere la sua paura e a guidare senza papà o altre persone accanto e lui si impegnerà a nuotare senza la maestra che gli porge la mano.
 
17 luglio 2008
Quanto è difficile guardarsi negli occhi e dichiarare il proprio Amore
Da quando ho aperto questo blog sto rispolverando vecchi cd che ormai ascoltavo poco.
Domani andiamo in vacanza, stamattina ho portato i bambini a una ludoteca-centro estivo in modo da poter preparare i bagagli con tutta calma. Mentre piegavo i panni mi è venuta voglia di ascoltare un po' di musica, ho messo un cd a caso e ho ascoltato questa canzone che non ascoltavo da un po'.                           qui il testo


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. giovani paura coraggio parlarsi dichiararsi

permalink | inviato da sadal-melik il 17/7/2008 alle 11:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
16 luglio 2008
Quando la troppa felicità spaventa
Oggi mi sento di parlare con le canzoni. Giorni fa avevo trovato il video di questa canzone in un altro blog, vi avevo postato un commento ma evidentemente quel blog non contempla l'inserimento di commenti.
La canzone era questa, bellissima            
qui il testo




Da qualche parte, anche se non ricordo dove, ne avevo letto un'interessante interpretazione, che condivido. Quale sia il "mestiere" della protagonista è piuttosto palese . E in ogni caso l'altro grande cantautore che cito spesso lo spiega in una sua ballata in cui sfotte le protagoniste femminili dei suoi colleghi (wikipedia, nella sezione  La critica al cantautorato italiano), sostenendo che "fa la vita in balera ed ha altro per la testa a cui pensare". Marinella incontra tanti uomini, per "lavoro" ma non ha il ricordo nè il sogno di un vero amore. Poi un giorno lo incontra ma la felicità che prova è talmente grande da pensare di non essere in grado di sopportarla, di gestirla. Meglio allora morire.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. amore paura felicità

permalink | inviato da sadal-melik il 16/7/2008 alle 16:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE